• Menu
  • Menu

Surf in Centro America

Mar dei Caraibi e Pacifico, due oceani per una sola area geografica che ha nella natura, soprattutto nel mare, un punto di forza. Ricoperte di sabbia bianca, bagnate da acqua cristallina, toccate da correnti favorevoli e accarezzate da venti propizi, le coste del Centro America sono un vero paradiso per tutti surfisti!

Paesi come il Costa Rica, Panama o El Salvador sono bagnati da mari ideali per le attività sportive: qui le onde si mostrano con forza nel Pacifico e sono più mutevoli nel Mar dei Caraibi. Ognuno di essi è un paradiso per gli amanti del surf, che lungo le loro coste incontrano un’ampia varietà di spiagge e onde di tutti i generi e per tutte le difficoltà, oltre a buone connessioni, un’ampia offerta alberghiera e operatori locali che li possono guidare tra le onde perfette.
Il Costa Rica è un Paese piccolo con estesi litorali tanto lungo l’Oceano Pacifico che lungo il Mar dei Caraibi, separati da soli 243 km di percorso da Playa Jacó, a ovest, a Puerto Limón, a est. A seconda della tipologia di spiaggia e di onde che vi si infrangono, si possono distinguere quattro diverse zone: il Pacifico Nord, che va da Roca Bruja a Malpaís, il Pacifico Centrale, che si stende da Puntarenas a Maunel Antonio, il Pacifico Sud, da Dominical a Pavones, e la regione caraibica.

Il periodo migliore per viaggiare nel Pacifico Nord è l’estate australe, da dicembre ad aprile, quando i venti di Papagayo, in arrivo dall’alto Mar dei caraibi, incrociano il Costa Rica e creano delle correnti al largo dell’omonimo golfo, formando onde perfette in tutta la regione di Guanacaste.

La zona del Pacifico Centrale ha buone onde tutto l’anno e per questo è sempre frequentata dagli amanti del surf, mentre il Pacifico Sud è consigliato da aprile a settembre, quando si generarno onde eccezionali, che si infrangono su una delle aree più selvagge del Paese.

Passando sulla costa del Mar del Caraibi, ci troviamo di fronte ad un Costa Rica differente, con cultura e tradizioni diverse. Anche il mare è unico, perchè è capace di generare onde alte e dirompenti un giorno e di presentarsi come una piscina azzurra in cui godere del mare calmo quello seguente. Qui le condizioni migliori per il surf si trovano da dicembre a marzo.

Panama è un’altra destinazione centroamericana di grande popolarità tra i surfisti grazie ai suoi oltre 2.400 km di costa. Come in Costa Rica, anche qui Mar dei Caraibi e Oceano Pacifico distano poco: solo 60 minuti di auto attraverso le eccellenti strade del Paese. Questa vicinanza rende possibile fare surf in due oceani nello stesso giorno. Alcuni dei punti più frequentati distano una o due ore dal centro di Panama e si può fare surf tutto l’anno. Completano l’offerta le numerose isole, tra cui Coiba, Jicarón, Cébaco e l’arcipelago de Las Perlas.

Come Costa Rica e Panama, anche El Salvador si è consolidato come una delle destinazioni più apprezzate della regione centroamericana per la partica di questo sport. La sua peculiarità è quella di concentrare diversi siti di onde perfette in un territorio relativamente piccolo, ben connesso da buone strade e con facile accesso all’aeroporto internazionale, molto vicino alla costa. Due sono le spiagge principali per il surf, El Sunzal e Playa La Paz, ma anche La Perla, El Zonte e Punta Mango. Per migliaia di appassionati di surf, Playa El Sunzal è uno dei must per praticare questo sport. In molti vengono fino a qui per affrontare le onde più alte e forti, altri si divertono ad inseguirle con i morey boogies e i più audaci si dedicano al windsurf. A solo mezzora della capitale San Salvador, si trova anche Playa La Paz con le sue onde, annoverate tra le migliori dell’Oceano Pacifico.

Post e immagini di CATA © Copyright

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *